battiscopa-1024x563.jpg

Posa Battiscopa

Per ottenere un parquet bello e ben rifinito in ogni particolare, è consigliato impreziosirlo con l’aggiunta di un battiscopa in linea con lo stile generale del rivestimento in legno che si preferisce. Il battiscopa non è solamente un dettaglio di classe, ma è anche un oggetto funzionale per non rovinare le pareti durante le pulizie .

Battiscopa: quali sono i materiali più utilizzati
 

Può accadere che in un appartamento di recente costruzione il battiscopa sia già presente, ma nella maggior parte dei casi si procede a posarlo in fase di ristrutturazione e imbiancatura, e costituisce uno dei dettagli decorativi e di finitura più importanti in ogni ambiente abitativo.

In commercio è possibile trovare _battiscopa dai prezzi_ diversi, realizzati in materiali economici o pregiati e, come si è visto, in altezze differenti. Un battiscopa piuttosto alto in un materiale inedito, come l’alluminio o la pietra, può essere considerato un vero e proprio elemento di tendenza, ideale per aggiungere valore ed eleganza alla tua casa.

La scelta è molto ampia e ti consente di abbinare facilmente il materiale del battiscopa a quello del tuo arredamento e allo stile della tua residenza, creando un ambiente piacevole ed equilibrato. In base alle tue esigenze e preferenze, puoi trovare battiscopa di altezze diverse prodotti con i seguenti materiali:

  • battiscopa in legno: sono i più diffusi, facili da posare e versatili, con possibilità di scelta tra diverse finiture, dal legno naturale al laccato e colorato, dal massello al laminato e multistrato. Il battiscopa laccato bianco è un classico dettaglio delle residenze in stile anglosassone;
     

  • battiscopa in poliuretano e materiali sintetici: questo tipo di battiscopa è molto economico e resistente, oltre che piuttosto facile da posare. É indicato in cucina e negli ambienti pubblici, come uffici e negozi;

  • battiscopa in alluminio: molto resistenti, sono ideali nelle aziende e nei laboratori, ma possono dare un tocco di originalità in un ambiente abitativo industrial chic;
     

Battiscopa alto o basso: quale preferire

Se sei incerto riguardo all’altezza del battiscopa, devi tenere conto di due elementi fondamentali:

lo stile dell’ambiente di destinazione, il tipo di pavimento e i colori;
l’altezza del soffitto e le dimensioni della stanza.
Indicativamente, tieni conto che un battiscopa dal colore simile al pavimento esalta l’ampiezza di una stanza, mentre se è simile al colore delle pareti ne mette in evidenza l’altezza. Ad esclusione dei progetti di design molto originali, ti sconsigliamo di scegliere un battiscopa di tinta contrastante, in quanto provoca un effetto riduttivo, limita la prospettiva e appiattisce i volumi.

I battiscopa più alti sono ideali negli ambienti dal soffitto elevato, dove accentuano le proporzioni, se vuoi comunque posarlo in una mansarda o in una stanza dal soffitto basso, scegli un colore unico per il battiscopa stesso, le pareti e il pavimento. I prezzi del battiscopa in uno stesso materiale sono leggermente più elevati per le varianti di altezza superiore.

Il battiscopa in legno bianco per una casa in stile inglese

Lo stile vintage inglese, noto anche come “shabby chic” è considerato un’importante tendenza del design di interni degli ultimi anni, molto apprezzato poiché la presenza dominante del colore bianco rende gli ambienti più luminosi e accoglienti, mentre le linee fluide e i dettagli classici riprendono l’atmosfera delle vecchie dimore della campagna anglosassone.

Realizzato in legno bianco e alto circa 12-15 centimetri, il battiscopa ideale ha prezzi non particolarmente economici poiché deve corrispondere a caratteristiche estetiche e tecniche particolari: legno di qualità, linee pulite e laccatura perfetta.

Questo tipo di battiscopa si adatta bene ai pavimenti in parquet classico, in cotto o in mattonelle vintage, si addice a pareti colorate e alle carte da parati fantasia, meglio se di tinte scure. Di certo non sei obbligato a posare il battiscopa bianco in un ambiente dallo stile inglese puro: si adatta benissimo anche in un appartamento moderno ed essenziale o in una casa dal design semplice e sobrio.

Battiscopa in legno naturale: un elemento classico e versatile

Il legno è il materiale più utilizzato per i battiscopa, e i prezzi variano in base all’essenza utilizzata e alle finiture. L’effetto migliore, oltre alla lunga durata nel tempo e alla versatilità, lo trovi con i battiscopa in legno massello verniciato o anticato, tuttavia se desideri un prodotto più economico e meno delicato, puoi trovare facilmente modelli di battiscopa in legno multistrato o in materiali diversi, dal pvc al metallo, molto belli e con finitura effetto legno.

La posa del battiscopa in legno viene effettuata in modalità diverse, utilizzando colla, chiodi o viti: un professionista esperto è in grado di stabilire il metodo migliore in base all’ambiente di destinazione e alle caratteristiche delle pareti. I costi variano leggermente, poiché l’incollaggio è più rapido, quindi più economico, degli altri metodi.